Procedura di selezione, per esame, per la formazione di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato di insegnante scuola dell’infanzia, categoria C.

(G.U. n.82 del 16-10-2018)

E’ indetta una selezione, per esame, per assunzioni a tempo determinato di insegnante scuola dell’infanzia, categoria C, posizione economica C1.
Copia integrale del bando e il modulo on-line per la presentazione della domanda sono reperibili sul sito internet del Comune di Bologna: www.comune.bologna.it
Scadenza del termine per la presentazione delle domande: ore 12,00 del 26 ottobre 2018.
Per informazioni e’ possibile rivolgersi al Comune di Bologna, unita’ programmazione, acquisizione e assegnazione risorse umane, piazza Liber Paradisus n. 10 – Bologna, tel. 051 2194904-05.

BANDO DELLA SELEZIONE, PER ESAME, PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA PER ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO DI ‘INSEGNANTE SCUOL A DELL’INFANZIA’ CATEGORIA C POSIZIONE ECONOMICA C1.
E’ indetta una selezione, per esami, per assunzioni a tempo determinato di ‘Insegnante Scuola dell’inf anzia’ categoria C posizione economica C1. Questa pubblica Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e il trattamento sul lavoro. La presente procedura viene attivata al fine di disporre di una graduatoria per assunzioni a tempo determinato anche di un solo giorno.
Verranno applicati, per l’utilizzo della graduatoria, i criteri di gestione pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Bologna alla pagina
http://www.comune.bologna.it/concorsigare/bandi/135:8022 di cui i candidati sono tenuti a prendere visione e che prevedono, tra l’altro, il depennamento dalla graduatoria dopo 3 rifiuti ingiustificati. I candidati inseriti in graduatoria, pertanto, dovranno essere disponibili ad accettare supplenze giornaliere e prendere servizio anche entro 1 ora dalla chiamata. La distanza del luogo di residenza/domicilio dalla sede di lavoro non è considerata rifiuto giustificato. Negli stessi criteri sono indicati i casi in cui si procederà al depennamento del candidato dalla graduatoria: in particolare si procederà al depennamento dalla graduatoria nei casi di riscontrata grave inadeguatezza allo svolgimento delle mansioni richieste per il profilo di ‘Insegnante Scuola dell’Infanzia’, provata incapacità professionale o persistente insufficiente rendimento verificati a seguito delle idonee procedure di valutazione a tal fine istituite e applicate nel Comune di Bologna ovvero di procedimenti disciplinari.

PROFILO DI INSEGNANTE SCUOLA DELL’INFANZIA (CATEGORI A C)
Lavoratore/Lavoratrice che svolge attività nell’ambito della scuola dell’infanzia comunale con competenze psicopedagogiche, metodologico-didattiche, organizzativo-relazionali e di ricerca, tra loro correlate ed interagenti che si sviluppano con il maturare dell’esperienza didattica, dell’attività di studio e di sistematizzazione della pratica didattica. I contenuti della prestazione professionale si definiscono nel quadro degli obiettivi generali perseguiti dal sistema delle scuole d’infanzia comunali e nel rispetto degli indirizzi delineati nel piano dell’offerta formativa della scuola.
In particolare, nell’ambito della scuola dell’infanzia, svolge le seguenti attività:
– Gestione di processi comunicativi e relazionali;
– Progettazione, programmazione, realizzazione di attività educative didattiche;
– Attivazione di modalità organizzative flessibili;
– Conoscenza dei sistemi simbolici-culturali, per tradurre le potenzialità dei bambini in competenze, utilizzando idonee metodologie didattiche;
– Organizzazione delle condizioni di utilizzo di tecniche appropriate per garantire l’integrazione dei bambini portatori di deficit o di svantaggi socio-culturali;
– Svolgimento e arricchimento della “cultura didattica”;
– Promozione della continuità didattica educativa nei momenti di passaggio tra diversi contesti educativi (nido, scuola dell’infanzia e scuola primaria).

TRATTAMENTO ECONOMICO
Il livello di retribuzione spettante è di Euro 1.695,33 lorde mensili dovute proporzionalmente al periodo prestato oltre alla quota proporzionale della 13° mensilità, indennità spettanti a termine di CCNL.
Sulle competenze lorde vengono operate le ritenute di legge sia fiscali che previdenziali ed assistenziali.

REQUISITI D’AMMISSIONE
Alla selezione possono partecipare coloro che risultino in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

– Diploma di scuola magistrale o di istituto magistrale (compreso quello di liceo socio psico-pedagogico) conseguito entro l’anno scolastico 2001/2002.
– Laurea in Scienze della Formazione Primaria indirizzo Scuola dell’infanzia.
– Laurea magistrale a ciclo unico in Scienze della formazione primaria (classe LM-85 bis).
Per i titoli di studio conseguiti all’estero è necessario essere in possesso dell’equiparazione prevista dall’ art.38 comma 3 del D.Lgs.165/2001.
I cittadini in possesso di titoli di studio esteri possono chiedere l’ammissione con riserva in attesa dell’equiparazione del titolo di studio, la quale dovrà essere comunque posseduta al momento dell’eventuale assunzione. La richiesta di equiparazione deve essere rivolta al Dipartimento Funzione Pubblica – Ufficio UORCC.PA, Corso Vittorio Emanuele II, 116, 00186 Roma e al Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.
Informazioni sono disponibili all’indirizzo http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/22-02-2016/modulo-la-richiesta-dellequivalenza-del-titolo-di-studio-0
I candidati devono, inoltre, essere in possesso dei seguenti requisiti soggettivi generali:
1. cittadinanza italiana OPPURE cittadinanza di stati appartenenti all’Unione Europea con adeguata conoscenza della lingua italiana OPPURE cittadinanza di paesi terzi e una delle condizioni di cui all’art. 38 del D.Lgs. 165/2001, come modificato dall’art. 7 della L.97/2013 (esempio: permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, status di rifugiato, o essere familiare, con diritto di soggiorno, di cittadino UE) con adeguata conoscenza della lingua italiana;
2. idoneità fisica all’impiego.
Si precisa che verrà eventualmente accertata la compatibilità con i compiti specifici attribuiti al profilo professionale, in particolare per quanto riguarda la sorveglianza e l’osservazione dei comportamenti del bambino al fine della salvaguardia della sua incolumità;
3. godimento dei diritti civili e politici;
4. età non inferiore ai 18 anni.
Ai sensi del comma 1 lett. g) dell’art. 26 del Regolamento sull’Ordinamento Generale degli Uffici e Servizi è previsto in cinquanta anni non compiuti alla scadenza del bando il limite massimo di età per la partecipazione alle selezioni per il primo inserimento nelle graduatorie di “Insegnante scuola dell’infanzia” del Comune di Bologna.
Tale limite non si applica per coloro che risultano già essere stati inseriti in graduatorie per il medesimo profilo professionale, per i quali il limite è pari all’età prevista dalla normativa vigente per il collocamento a riposo d’ufficio;
5. posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo;
6. assenza di condanne penali rilevanti per il posto da ricoprire;
7. non essere stati dispensati dal servizio o licenziati: non possono accedere all’impiego coloro che siano stati dispensati dal servizio ovvero siano stati licenziati per non superamento del periodo di prova per il medesimo profilo messo a selezione da una pubblica Amministrazione.
Non possono, inoltre, accedere all’impiego coloro che siano stati licenziati da una Pubblica Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare ovvero, previa valutazione, a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti.
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di selezione per la presentazione delle domande.

DOMANDE D’AMMISSIONE
Le domande di ammissione alla selezione devono essere presentate esclusivamente on-line compilando il modulo reperibile all’indirizzo

https://servizi.comune.bologna.it/bologna/Insegnanti0918

secondo le indicazioni ivi riportate. Il modulo sarà disponibile a partire dal 26 settembre 2018 e fino alle ore 12 del 26 ottobre 2018.
Si consiglia ai candidati di evitare di presentare la domanda in prossimità della scadenza in quanto le domande non completate entro il termine indicato non saranno accettate dal sistema.
Alla domanda devono essere allegati, in formato .pdf:
– la scansione di un documento di identità in corso di validità;
– la scansione della ricevuta della tassa di concorso;
– l’eventuale riconoscimento o richiesta di riconoscimento del titolo di studio estero.

NB: Se in possesso di firma digitale ( Art. 24, D.Lgs. 82/2005 – Codice dell’Amministrazione Digitale), per completare l’iscrizione il candidato potrà scaricare la domanda di partecipazione appena compilata, ch e dovrà essere sottoscritta digitalmente ed allegata al modulo online.
Qualora il candidato non fosse in possesso di firma digitale, potrà completare l’iscrizione allegando la scansione della propria carta d’identità datata e sottoscritta come riportato nelle istruzioni per la compilazione del modulo on line. In questo caso, la domanda compilata, ricevuta via mail al termine dell’iscrizione, dovrà essere stampata, firmata in maniera autografa dal candidato e presentata in sede di prova scritta.

TASSA DI CONCORSO
Il versamento della tassa di concorso di Euro 10,00 è da effettuare:
– sul conto corrente bancario intestato a Comune di Bologna – Servizio Tesoreria presso UNICREDIT S.p.A. Agenzia Ugo Bassi – Tesoreria – via Ugo Bassi 1 – B ologna – IBAN IT88R0200802435000020067156 indicando nella causale: “Personale – Cognome Nome – Selezione Insegnante Scuola dell’infanzia”.
La suddetta tassa non è rimborsabile. Gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria personale responsabilità, ai sensi degli artt.46 e 47 del D.P.R.445 del 28.12.2000 consapevoli delle sanzioni penali previste dall’ art.76 del citato D.P.R. per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci:
– Le loro precise generalità, la data, il luogo di n ascita, il codice fiscale, la residenza, l’eventuale domicilio e l’indirizzo email al quale inoltrare le comunicazioni.
– Il possesso della cittadinanza italiana OPPURE della cittadinanza di stati appartenenti all’Unione Europea con adeguata conoscenza della lingua italiana OPPURE della cittadinanza di paesi terzi e trovarsi in una delle condizioni di cui all’ art. 38 del D.Lgs. 165/2001 , come modificato dall’ art. 7 della L.97/2013 (esempio: permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, status di rifugiato, o essere familiare, con diritto di soggiorno, di cittadino UE) con adeguata conoscenza della lingua italiana.
– il godimento dei diritti civili e politici.
– Il possesso dell’idoneità fisica specifica alle mansioni proprie del profilo da ricoprire.
Si precisa che verrà eventualmente accertata la compatibilità con i compiti specifici attribuiti al profilo professionale, in particolare per quanto riguarda la sorveglianza e l’osservazione dei comportamenti del bambino al fine della salva guardia della sua incolumità.
– Il possesso di uno dei titoli previsti per l’ammissione.
– Le eventuali condanne penali riportate con la specificazione del titolo del reato e della entità della pena principale e di quelle accessorie e in particolare l’assenza di condanne per taluno dei reati di cui a gli articoli 572 (maltrattamenti contro familiari o conviventi) 600-bis, 600-ter, 600-quater, 600-quinquies, 609-un decies e 610 (violenza privata) del codice penale, ovvero l’ irrogazione di sanzioni interdittive all’esercizio di attività che comportino contatti diretti e regolari con minori;
– Di essere/di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali.
– Di non essere stati dispensati dal servizio o licenziati:
non possono accedere all’impiego coloro che siano stati dispensati dal servizio ovvero siano stati licenziati per non superamento del periodo di prova per il medesimo profilo messo a selezione da una pubblica Amministrazione.
Non possono, inoltre, accedere all’impiego coloro che siano stati licenziati da una Pubblica Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare ovvero, previa valutazione, a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti.
– Gli eventuali titoli che danno diritto di preferenza a parità di punteggio.
– Di aver preso visione e di accettare incondizionatamente i contenuti del presente bando. L’Amministrazione si riserva la facoltà di procedere a idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive citate.
Inoltre, qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto delle dichiarazioni, il candidato, oltre a rispondere ai sensi dell’ art.76 del D.P.R.445/2000 , decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento/atto emanato sulla base della dichiarazione non veritiera.
Non possono accedere all’impiego coloro che non godano dei diritti civili e politici e coloro che siano stati dispensati dall’impiego ovvero siano stati licenziati per non superamento del periodo di prova per il medesimo profilo messo a selezione da una pubblica Amministrazione. Non possono, inoltre, accedere all’impiego coloro che siano stati licenziati da una Pubblica Amministrazione a seguito di procedimento disciplinare ovvero, previa valutazione, a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti.
L’Amministrazione Comunale si riserva, inoltre, di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla luce del titolo del reato, dell’attualità o meno del comportamento negativo e delle mansioni relative al posto di cui trattasi nonché di coloro nei cui confronti siano stati adottati provvedimenti di sospensione e/o cancellazione da altra precedente graduatoria del medesimo profilo professionale.
L’Amministrazione potrà disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti prescritti.

PREFERENZE
Le categorie di cittadini che hanno preferenza, a parità di punteggio nella graduatoria finale, sono:
1. gli insigniti di medaglia al valor militare;
2. i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
3. i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
4. i mutilati ed invalidi del lavoro;
5. gli orfani di guerra, per fatto di guerra, del terrorismo e dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
6. i feriti in combattimento;
7. gli insigniti di attestazione speciale di merito di guerra;
8. i figli dei mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
9. i figli dei mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
10. i figli dei mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
11. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti di guerra, per fatto di guerra e dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
12. coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
13. i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
14. gli invalidi e i mutilati civili;
15. militari volontari delle Forze armate congedati senza demerito al termine della ferma o rafferma.
In caso di persistente parità la preferenza è determinata:
a) dal numero dei figli a carico indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o meno;
b) dalla minore età.

MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA SELEZIONE
L’Amministrazione ammetterà con riserva alla selezione tutti i candidati che avranno presentato domanda di partecipazione entro i termini di pubblicazione del bando, fatta salva la mancanza dei requisiti di ammissione immediatamente rilevabile dalla domanda.
Lo scioglimento della riserva avverrà prima dell’approvazione della graduatoria finale. Le eventuali esclusioni dei candidati dalla selezione saranno comunicate ai medesimi con e-mail all’indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda di partecipazione.
Le prove verranno espletate nel rispetto dell’ art. 20 della Legge 5.2.1992, n.104 – Legge quadro per l’assistenza, l’integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate.
Il candidato, nella domanda di partecipazione, in relazione alla propria disabilità, debitamente documentata, deve specificare l’ausilio necessario in sede di prova, nonché l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi (art. 20, Legge 05.02.1992, n. 104 ).
I candidati con diagnosi di disturbi specifici di apprendimento (DSA), di cui alla Legge n.170/2010 possono presentare esplicita richiesta di ausili e/o tempi aggiuntivi necessari per l’espletamento della prova, in relazione alle proprie esigenze, allegando idonea certificazione rilasciata da non più di tre anni da strutture del SSN o da specialisti e strutture accreditati dallo stesso.
I candidati che dichiarano nella domanda la necessità di avere ausili e/o tempi aggiuntivi dovranno far pervenire apposita certificazione, entro il termine della scadenza del presente bando all’indirizzo di posta elettronica domandeselezioni@comune.bologna.it

PROCEDURA DI SELEZIONE
La selezione consisterà in una prova scritta.

PROVA SCRITTA
La prova scritta si terrà il giorno 7 novembre 2018 alle ore 14.30 presso l’Istituto Aldini Valeriani Sirani – via Bassanelli 9-11- Bologna.
La data, l’ora e il luogo di svolgimento della prova scritta saranno confermati il giorno 26 ottobre 2 018 mediante pubblicazione sul sito istituzionale dell’Ente alla pagina:
http://www.comune.bologna.it/concorsigare/bandi/135:8020
Non saranno inviate convocazioni personali alla prova.
I candidati che risulteranno assenti saranno cons iderati rinunciatari alla selezione. I candidati dovranno presentarsi alla prova scritta muniti di un valido documento di riconoscimento e di una penna nera. La prova sarà costituita da test a risposta multipla che verteranno sulle materie d’esame, sulla conoscenza ed utilizzo delle applicazioni informatiche più diffuse e sulla conoscenza della lingua inglese.
Conseguiranno l’ammissione alla graduatoria finale i candidati che abbiano riportato una votazione di almeno p.21/30.

MATERIE D’ESAME
– Regolamento dell’Istituzione Educazione e Scuola del Comune di Bologna (Approvato con deliberazione di Consiglio Comunale O.d.G. 229 del 23.6.14 e successive modificazioni);
– Carta dei Servizi Educativi e delle Scuole dell’infanzia comunali;
– Manifesto pedagogico.

Tali documenti sono reperibili nel sito internet de ll’Istituzione Educazione e Scuola del Comune di Bo logna ( www.iesbologna.it );
– Normativa nazionale e territoriale relativa all’inclusione dei bambini con disabilità;
– Le indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia;
– Codice di Comportamento del Comune di Bologna. (Reperibile nel sito istituzionale dell’ente all’indirizzo www.comune.bologna.it )

PARTE SPECIALISTICA:
ELEMENTI DI PSICOLOGIA NELL’ETA’ EVOLUTIVA CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLE FASCE 0-6 ANNI:
– Processi di autonomia e socializzazione;
– Sviluppo affettivo;
– Sviluppo intellettivo;
– Il gioco: forme, significati e aspetti evolutivi;
– La costruzione della conoscenza.

PROCESSI COMUNICATIVI E RELAZIONALI:
– Socializzazione e costruzione dell’identità;
– Comunicazione adulto-bambino/i
– Comunicazione tra operatori;
– Il sistema scuola famiglia.

CONOSCENZE PEDAGOGICHE E DIDATTICHE:
– La continuità educativa e didattica: orizzontale e verticale;
– Le metodologie e le tecniche della pratica educativa e didattica:
a – progettazione educativa e didattica
b – documentazione: significati e tipologie
c – l’osservazione
d – la valutazione –
Formazione in servizio e aggiornamento: significati;
– L’integrazione del bambino problematico o con deficit;
– Accoglienza e valorizzazione delle differenze in una scuola multiculturale.
– L’infanzia in una società multimediale.

FORMULAZIONE DELLA GRADUATORIA E ASSUNZIONI
Al termine dei propri lavori, la Commissione Giudicatrice rimetterà gli atti all’Amministrazione per l’approvazione. La graduatoria sarà determinata dal punteggio riportato nella prova scritta, tenendo conto dei titoli di preferenza a parità di punteggio, e sarà approvata dal Capo Area Personale e Organizzazione con determinazione dirigenziale. La graduatoria sarà pubblicata all’Albo Pretorio del Comune. Dalla data di detta pubblicazione decorrerà il termine per le eventuali impugnative.

ASSUNZIONI A TEMPO DETERMINATO
Questa Amministrazione utilizzerà la graduatoria della selezione per le assunzioni a tempo determinato (a tempo pieno o part-time anche giornaliere e di breve durata ) di personale della stessa categoria e profilo professionale che si renderanno necessarie.
Le assunzioni a tempo determinato verranno effettuate dall’Istituzione Educazione e Scuola mediante sottoscrizione del contratto individuale di lavoro ovvero delle condizioni contrattuali.
Il personale assunto a tempo determinato è sottoposto a periodo di prova.
La graduatoria sarà suddivisa, per le assunzioni a tempo determinato, in 3 graduatorie, una per ogni Area cittadina.
L’assegnazione dei candidati alle Aree avverrà applicando, in ordine di priorità, i seguenti criteri:
1 – posizione occupata dal candidato nella graduatoria generale.
2 – ordine delle opzioni (preferenza) espresse dal candidato, per ciascuna Area, nella domanda di partecipazione. La quota di aspiranti a supplenze assegnata a ciascuna Area sarà dimensionata in rapporto alle rispettive dotazioni di Insegnanti Scuola dell’Infanzia di ruolo.
In caso di necessità le Aree potranno utilizzare, per il conferimento di supplenze, le graduatorie delle altre Aree.
Per quanto non espressamente previsto dal presente bando si fa riferimento alle norme legislative, regolamentari e contrattuali nazionali, allo Statuto, ai Regolamenti dell’Ente con particolare riferimento al Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e servizi.
Tale graduatoria sarà utilizzata in subordine alla graduatoria del Comune di Bologna per assunzioni a tempo indeterminato di Insegnanti Scuola dell’Infanzia vigente nel tempo.

ACCESSO AGLI ATTI DELLA PROCEDURA DI SELEZIONE
L’accesso è differito al termine del procedimento salvo che il differimento non costituisca pregiudizi o per la tutela di posizioni giuridicamente rilevanti.

INFORMAZIONI SUL PROCEDIMENTO
Saranno pubblicati sul sito istituzionale dell’Ente www.comune.bologna.it, la conferma della prova di scritta e la graduatoria finale. Non saranno inviate convocazion i personali.
Eventuali ulteriori informazioni potranno essere richieste all’Unità Programmazione, acquisizione e assegnazione risorse umane: tel. 051/2194904-05.

INFORMATIVA AI SENSI DELL’ART 13 DEL REGOLAMENTO EUROPEO N. 679/2016.
Il Titolare del trattamento dei dati personali di cui alla presente Informativa è il Comune di Bologna , con sede in Piazza Maggiore 6 – 40121 Bologna Il Comune di Bologna ha designato quale Responsabile della protezione dei dati la società LepidaSpA (dpo-team@lepida.it).
Il trattamento dei suoi dati personali viene effettuato dal Comune di Bologna per lo svolgimento di funzioni istituzionali e, pertanto, ai sensi dell’art. 6 comma 1 lett. e) del Regolamento Europeo n. 679/2016 non necessita del suo consenso.
Quanto dichiarato dagli interessati nelle loro domande verrà comunicato a tutto il personale dipendente di questa Amministrazione coinvolto nel procedimento e ai membri della Commissione Giudicatrice e ad eventuali società di selezione del personale che supportino il Comune di Bologna nell’espletamento della selezione e ad altri enti che potranno utilizzare la graduatoria per assunzioni a tempo determinato.
I dati che il candidato è chiamato a fornire sono obbligatori ai fini dell’ammissione alla procedura di selezione, secondo quanto previsto dall’art.35 del D.Lgs.165/2 001 e dal Regolamento generale sull’ordinamento degli uffici e servizi.
I dati forniti dai candidati saranno utilizzati per tutti gli adempimenti connessi alla procedura cui si riferiscono e per un periodo non superiore a quello necessario per il perseguimento delle finalità sopra menzionate.
Il candidato ha diritto: di accesso ai dati personali, di ottenere la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento;
di opporsi al trattamento;
di proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali.

COMUNICAZIONE AI SENSI DEGLI ARTICOLI 7 E 8 DELLA L EGGE N. 241/90
Si informa che la comunicazione di avvio di procedimento, ai sensi dell’ art.7 della L.241/90 , si intende anticipata e sostituita dal presente bando e dall’atto di adesione allo stesso da parte del candidato, attraverso la sua domanda di partecipazione.
Si comunica che il responsabile del procedimento amministrativo è la Dott.ssa Mariagrazia Bonzagni e che il procedimento stesso avrà avvio a decorrere dalla data di scadenza per la presentazione delle domande prevista dall’avviso.
Il termine di conclusione del procedimento è fissato, ai sensi dell’art.66 del Regolamento sull’ordina mento generale degli uffici e servizi, entro sei mesi dalla data della prima prova.

Bologna, 26 settembre 2018
IL CAPO AREA PERSONALE E ORGANIZZAZIONE
Dott.ssa Mariagrazia Bonzagni
Bando in pubblicazione dal 26 settembre 2018 con scadenza alle ore 12 del 26 ottobre 2018

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here