MINISTERO DELLA DIFESA
CONCORSO

Concorsi pubblici, per titoli ed esami, per la nomina di quarantadue ufficiali in servizio permanente nei ruoli speciali dei vari Corpi della Marina militare, anno 2019.

(G.U. n.96 del 4-12-2018)

Art. 1 – Posti a concorso

1. Sono indetti i sottonotati concorsi, per titoli ed esami:
a) concorso per il reclutamento di diciannove ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo di Stato Maggiore;
b) concorso per il reclutamento di quindici ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo del Genio della Marina;
1) genio navale – settore navale: cinque posti, con riserva di due posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli;
2) genio navale – settore sommergibilisti: due posti, con riserva di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli;
3) armi navali: cinque posti, con riserva di tre posti a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli;
4) infrastrutture: tre posti, con riserva di un posto a favore degli appartenenti al ruolo dei marescialli;
c) concorso per il reclutamento di sei ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo di Commissariato militare marittimo;
d) concorso per il reclutamento di due ufficiali in servizio permanente nel ruolo speciale del Corpo delle Capitanerie di porto;

Possono partecipare al bando Marina Militare 2019 per Ufficiali le seguenti categorie di candidati:

Ufficiali di Complemento della Marina Militare in congedo, che hanno completato senza demerito 18 mesi di servizio in ferma biennale di cui all’art. 1005 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, e non hanno riportato un giudizio di inidoneità all’avanzamento al grado superiore, che possono concorrere solo per il Corpo di appartenenza.

Gli Ufficiali di Complemento appartenenti ai soppressi Corpi del Genio Navale e delle Armi Navali possono presentare domanda per il Corpo del Genio della Marina, rispettivamente, per la specialità genio navale e per la specialità armi navali;

Ufficiali in Ferma Prefissata che hanno completato un anno di servizio, compreso il periodo di formazione, che possono concorrere per entrare in uno solo dei Corpi della MM di riferimento;

Ufficiali inferiori della Marina facenti parte delle Forze di Completamento, per essere stati richiamati per esigenze relative a missioni internazionali ovvero impegnati in attività addestrative operative e logistiche sia in Italia che all’estero, ad eccezione di coloro che sono stati richiamati a mente dell’art. 1255 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, per addestramento finalizzato all’avanzamento nel congedo.

Possono concorrere per entrare in uno solo dei Corpi della MM di riferimento;

Sottufficiali appartenenti al ruolo dei Marescialli della Marina Militare, nelle categorie, specialità e abilitazioni ammissibili al concorso per i rispettivi ruoli di riferimento, con almeno 5 anni di servizio nel ruolo di appartenenza, se reclutati ai sensi dell’art. 679, comma 1, lettera a) del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66, ovvero 3 anni se reclutato ai sensi dell’art. 679, comma 1, lettera b) del medesimo dl, che hanno espletato per almeno un anno le mansioni previste per la categoria di appartenenza, riportando qualifiche non inferiori a ‘nella media’ e non risultando inidonei all’avanzamento al grado superiore nell’ultimo anno;

Sottufficiali appartenenti al ruolo dei Sergenti della Marina Militare, con minimo 3 anni di permanenza nel ruolo, riportando qualifiche non inferiori a ‘nella media’, che possono concorrere per entrare in uno solo dei Corpi della MM di riferimento. Per i posti disponibili nel Corpo del Genio della Marina – specialità infrastrutture, è richiesta anche l’abilitazione di ATG – Assistente Tecnico del Genio;

frequentatori dei corsi normali dell’Accademia Navale che non hanno completato il secondo o il terzo anno, purchè idonei in attitudine militare, che possono concorrere solo per il Corpo di appartenenza;

idonei non vincitori di precedenti concorsi per la nomina a Sottotenente di Vascello in servizio permanente dei ruoli normali corrispondenti a quelli speciali a cui è riferito il bando, che, se in servizio, non hanno riportato un giudizio di inidoneità all’avanzamento al grado superiore nell’ultimo anno;

Volontari in servizio permanente della Marina Militare, che hanno minimo 5 anni di permanenza nel ruolo, riportando qualifiche non inferiori a ‘nella media’. Per i posti disponibili nel Corpo del Genio della Marina – specialità infrastrutture devono possedere, inoltre, l’abilitazione di ATG.

Ai candidati si richiede il possesso dei seguenti requisiti generali:

– cittadinanza italiana;
– non aver superato il 45° anno di età o, solo per gli Ufficiali di Complemento della Marina Militare in congedo, i frequentatori dei corsi normali dell’Accademia Navale e i non vincitori di precedenti concorsi per la nomina a Sottotenente di Vascello, il 35° anno di età;
– diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale o titolo di studio quadriennale, integrato dal corso annuale previsto per l’ammissione ai corsi universitari, o titoli equipollenti;
– solo per il Corpo del Genio della Marina – specialità infrastrutture è richiesto almeno un titolo di studio tra diploma di geometra o perito industriale –indirizzo specializzato per l’edilizia, diploma d’istruzione secondaria conseguito presso un Istituto Tecnico, settore tecnologico a indirizzo costruzioni, ambiente e territorio, esclusa l’articolazione geotecnico, con abilitazione all’esercizio della relativa professione, oppure laurea magistrale in architettura e ingegneria edile – architettura, ingegneria civile, ingegneria dei sistemi edilizi, ingegneria della sicurezza o in pianificazione territoriale urbanistica e ambientale, o titoli di studio equiparati e / o equipollenti, con abilitazione ad una professione tra architetto, pianificatore territoriale e ingegnere civile e ambientale
– godimento dei diritti civili e politici;
– non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione, a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia per motivi disciplinari o di inattitudine alla vita militare, ad esclusione dell’inidoneità psico fisica;
– non essere stati condannati per delitti non colposi, non essere imputati in procedimenti penali per delitti non colposi e non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
– aver tenuto condotta incensurabile;
– non aver tenuto nei confronti delle istituzioni democratiche comportamenti che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione Repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
– non aver riportato sanzioni disciplinari di stato negli ultimi 5 anni.

Art. 3 – Portale dei concorsi on-line del Ministero della difesa

1. Le procedure di concorso di cui all’art. 1 del presente bando saranno gestite tramite il portale dei concorsi on-line del Ministero della difesa (da ora in poi portale), raggiungibile attraverso il sito internet www.difesa.it , area «siti di interesse e approfondimenti», pagina «Concorsi e Scuole Militari», link «concorsi on-line» ovvero collegandosi direttamente al sito «https://concorsi.difesa.it».
2. Attraverso detto portale, i candidati potranno presentare domanda di partecipazione ai concorsi di cui al precedente art. 1 e ricevere con le modalita’ di cui al successivo art. 5 le successive comunicazioni inviate dalla direzione generale per il Personale militare o da Enti dalla stessa delegati alla gestione dei concorsi.
3. Per usufruire dei servizi offerti dal portale, i candidati dovranno essere in possesso di credenziali rilasciate da un gestore di identita’ digitale nell’ambito del Sistema Pubblico di Identita’ Digitale (SPID) ovvero di apposite chiavi di accesso che saranno fornite al termine di una procedura guidata di accreditamento necessaria per attivare il proprio univoco profilo nel portale medesimo.
4. La procedura guidata di registrazione, descritta alla voce «istruzioni» del portale, viene attivata con una delle seguenti modalita’:
a. senza smart card: fornendo un indirizzo di posta elettronica, una utenza di telefonia mobile intestata ovvero utilizzata dal concorrente e gli estremi di un documento di riconoscimento in corso di validita’ rilasciato da un’Amministrazione dello Stato;
b. con smart card: mediante carta d’identita’ elettronica (CIE), carta nazionale dei servizi (CNS), tessera di riconoscimento elettronica rilasciata da un’Amministrazione dello Stato (decreto del Presidente della Repubblica 28 luglio 1967, n. 851) ai sensi del comma 8 dell’art. 66 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82,
ovvero firma digitale.
Prima di iniziare la procedura guidata di registrazione, nonche’ prima di effettuare tutte le operazioni consentite tramite il portale (compresa la presentazione delle domande di partecipazione ai concorsi), i concorrenti dovranno leggere attentamente le
informazioni inerenti le modalita’ di utilizzo del portale stesso.

5. Conclusa la fase di accreditamento, l’interessato acquisisce le credenziali (userid e password) per poter accedere al proprio profilo cosi’ creato nel portale. In caso di smarrimento, e’ attivabile la procedura di recupero delle stesse dalla pagina iniziale del portale.

Art. 4 – Domande di partecipazione

1. Previo accesso al proprio profilo sul portale, i candidati compilano e inoltrano la domanda di partecipazione al concorso, secondo le modalita’ descritte ai commi successivi, entro il termine perentorio di 30 (trenta) giorni decorrenti da quello successivo alla pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale, 4ª Serie speciale.
2. I concorrenti devono accedere al proprio profilo sul portale, scegliere il concorso al quale intendono partecipare e compilare on-line la domanda. Il sistema informatico salva automaticamente nel proprio profilo on-line una bozza della candidatura all’atto del passaggio ad una successiva pagina della domanda, ferma la necessita’ di completarla e/o inoltrarla entro il termine di presentazione di cui al precedente comma 1.

Per gli allegati alla domanda, qualora previsti, il modulo riportera’ le indicazioni che guideranno il concorrente nel corretto inserimento degli stessi.
3. I candidati potranno integrare o modificare quanto dichiarato nella domanda di partecipazione, ovvero revocare la stessa, entro la scadenza del termine previsto per la presentazione della stessa.
Successivamente alla scadenza del termine di presentazione della domanda di partecipazione al concorso, dichiarazioni integrative o modificative rispetto a quanto dichiarato nella domanda stessa gia’ inoltrata potranno essere trasmesse dai candidati con le modalita’ e in ordine ai contenuti indicati nel successivo art. 5, comma 3.
4. Terminata la compilazione i candidati procedono all’inoltro al sistema informatico centrale di acquisizione on-line senza uscire dal proprio profilo, per poi ricevere una comunicazione a video e, successivamente, un messaggio di posta elettronica dell’avvenuta acquisizione. Con l’inoltro della candidatura il sistema generera’ una ricevuta della stessa che riporta tutti i dati inseriti in sede di compilazione. Tale ricevuta, che verra’ automaticamente salvata ed eventualmente aggiornata a seguito di integrazioni e/o modifica da parte dell’utente, nell’area personale del profilo utente nella sezione «i miei concorsi», sara’ sempre disponibile per le esigenze del concorrente e dovra’ essere esibita e, ove richiesto, consegnata in occasione della prima prova concorsuale.
5. Con l’inoltro telematico della domanda, il candidato, oltre a manifestare esplicitamente il consenso alla raccolta e al trattamento dei dati personali che lo riguardano e che sono necessari all’espletamento dell’iter concorsuale, compresa la verifica dei requisiti di partecipazione per il tramite degli organi competenti e/o dipendenti, si assume la responsabilita’ penale circa eventuali dichiarazioni mendaci, ai sensi dell’art. 76 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445.
6. Le domande di partecipazione inoltrate con qualsiasi mezzo, anche telematico, diverso rispetto a quelli sopraindicati e/o senza la previa registrazione al portale non saranno prese in considerazione e il candidato non sara’ ammesso alla procedura concorsuale.
7. In caso di avaria temporanea del sistema informatico centrale, che si verificasse durante il periodo previsto per la presentazione delle domande, l’Amministrazione si riserva di prorogare il relativo termine di scadenza per un numero di giorni congruo rispetto a quelli di mancata operativita’ del sistema. Dell’avvenuto ripristino e della proroga del termine per la presentazione delle domande sara’ data notizia con avviso pubblicato nel sito www.difesa.it e nel portale, secondo quanto previsto dal successivo art. 5. In tal caso, resta comunque invariata, all’iniziale termine di scadenza per la presentazione delle domande di cui al precedente comma 1, la data relativa al possesso dei requisiti di partecipazione indicata al precedente art. 2 del presente bando.
8. Qualora l’avaria del sistema informatico centrale per la presentazione delle domande on-line del portale dei concorsi sia tale da non consentire un ripristino della procedura in tempi rapidi, la
direzione generale per il Personale militare provvedera’ a informare i candidati con avviso pubblicato sul sito https://concorsi.difesa.it/default.aspx circa le determinazioni adottate al riguardo.
9. Nella domanda di partecipazione i concorrenti devono indicare i loro dati anagrafici, le informazioni attestanti il possesso dei requisiti di partecipazione, i titoli cha danno luogo a riserva o preferenza a parita’ di punteggio.
Il sistema provvedera’ a informare i comandi degli enti/reparti d’appartenenza dei concorrenti, tramite messaggio all’indirizzo di posta elettronica istituzionale (non PEC) indicato dal candidato in sede di compilazione della domanda, dell’avvenuta presentazione della stessa da parte del personale alle rispettive dipendenze e a trasmettere ai suddetti comandi copia della domanda di partecipazione.

Detti candidati dovranno verificare l’avvenuta ricezione del messaggio di cui al precedente comma 9 e l’avvenuta acquisizione della copia della domanda di partecipazione da parte dei comandi degli enti/reparti d’appartenenza che provvederanno agli adempimenti previsti.

Il testo integrale del bando con i relativi allegati sono disponibili sulla G.U. n.96 del 4-12-2018

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here