MINISTERO DELLA SALUTE
Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di quaranta posti di dirigente sanitario medico ex dirigente delle professionalita’ sanitarie, disciplina di igiene, epidemiologia e sanita’ pubblica, a tempo pieno ed indeterminato, per le esigenze degli uffici centrali e periferici. (GU n.77 del 27-9-2019)

Art. 1
Posti a concorso
E’ indetto un concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di quaranta posti di dirigente sanitario medico (ex dirigente delle professionalita’ sanitarie) – disciplina «Igiene, epidemiologia e sanita’ pubblica», a tempo pieno ed indeterminato, per le esigenze degli uffici centrali e periferici del Ministero della salute. (Codice concorso n. 784).

Art. 2
Requisiti generali e specifici di ammissione
Per l’ammissione al concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda nonche’ al momento dell’eventuale immissione in servizio:

requisiti generali:
a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea.
Ai sensi dell’art. 38 del decreto legislativo n. 165 del 2001 sono ammessi al concorso anche i familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro purche’ siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonche’ i cittadini di Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.
I cittadini degli Stati membri dell’Unione europea e i loro familiari cittadini di Paesi terzi devono possedere i seguenti requisiti:
godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
essere in possesso, fatta eccezione della titolarita’ della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
b) idoneita’ fisica all’impiego;
L’amministrazione, ai fini dell’assunzione, ha facolta’ di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso in base alla normativa vigente.
c) godere dei diritti civili e politici;
d) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
e) essere in regola nei confronti degli obblighi di leva militare (solo per i concorrenti tenuti al rispetto dell’obbligo);
f) conoscenza della lingua inglese;
g) conoscenza delle apparecchiature ed applicazioni informatiche piu’ diffuse;

requisiti specifici:
a) laurea magistrale in medicina e chirurgia (LM-41).
Il possesso del predetto requisito curriculare e deve essere attestato da apposita certificazione rilasciata dall’Universita’ che ha conferito il titolo di studio ovvero comprovato con dichiarazione sostitutiva di certificazione resa dal candidato ai sensi dell’art. 46 del decreto del Presidente della Repubblica n. 445/2000;
b) diploma di specializzazione in igiene, epidemiologia e sanita’ pubblica ovvero in discipline equipollenti o in discipline affini, ai sensi dei decreti del Ministro della sanita’ del 30 e 31 gennaio 1998 e successive modificazioni ed integrazioni;
c) abilitazione all’esercizio della professione di medico ed iscrizione all’albo dell’ordine dei medici – chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione europea consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
I titoli di studio conseguiti all’estero sono considerati validi se sono stati riconosciuti equivalenti o equipollenti ai sensi della vigente normativa in materia e il candidato deve risultare abilitato ad esercitare in Italia la professione di medico.
A tal fine, nella domanda di partecipazione devono essere indicati, a pena di esclusione, gli estremi del provvedimento di riconoscimento al corrispondente titolo di studio italiano in base alla normativa vigente.
La mancanza o la omessa dichiarazione nella domanda anche di uno solo dei requisiti generali e specifici richiesti dal presente articolo determina l’esclusione dal concorso. L’amministrazione, nel corso dello svolgimento della procedura concorsuale, potra’ stabilire in qualsiasi momento l’esclusione dei candidati, qualora venga accertato il mancato possesso dei requisiti di ammissione nonche’ la mancata osservanza delle disposizioni di cui al presente bando.

Il testo integrale del bando è disponibile cliccando sul seguente link

https://www.gazzettaufficiale.it/atto/concorsi/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2019-09-27&atto.codiceRedazionale=19E11362

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here