MINISTERO DELL’ISTRUZIONE, DELL’UNIVERSITA’ E DELLA RICERCA
CONCORSO

Selezione del personale docente ed Ata da destinare all’estero.
(Decreto n. 2021). (G.U. n. 2 del 8-1-2019)

Criteri generali e requisiti di ammissione alla selezione

1. Alla selezione e’ ammesso a partecipare, a domanda, il personale docente e il personale ATA, limitatamente ai direttori dei servizi generali e amministrativi e agli assistenti amministrativi della scuola, con contratto di lavoro a tempo indeterminato che all’atto della domanda abbiano maturato un servizio effettivo, dopo il periodo di prova, di almeno tre anni in territorio metropolitano, nel ruolo di appartenenza: classe di concorso/posto (infanzia-primaria) per i docenti e profilo per il personale ATA.
Non si valuta l’anno scolastico in corso. I codici funzione sono indicati nell’Allegato n. 1, che e’ parte integrante del presente bando.
2. Hanno titolo a partecipare alla selezione, relativamente all’insegnamento della lingua e della cultura italiana nelle iniziative scolastiche di cui all’art. 10 del decreto legislativo, i candidati appartenenti ad una delle seguenti categorie:
a) i docenti di scuola primaria;
b) i docenti di materie letterarie delle scuole secondarie di primo e secondo grado, classi di concorso A022, A012, A011 e A013;
c) i docenti di lingue straniere delle scuole secondarie di primo e secondo grado (classi di concorso AA25 – AB25 – AC25 – AD25 – AA24 – AB24 – AC24 – AD24) che, ai sensi dell’art. 5 del D.I. 634 del 02 ottobre 2018, siano in possesso di uno dei requisiti di cui al comma 3 del presente articolo, lettere b1) e b2).
3. Hanno titolo a partecipare alla selezione per lettori, di cui all’art. 12 del decreto legislativo, i candidati appartenenti ad una delle seguenti categorie:
a) i docenti di materie letterarie delle scuole secondarie di primo e di secondo grado, classi di concorso A022, A012, A011 e A013;
b) i docenti di lingue straniere delle scuole secondarie di primo e di secondo grado (classi di concorso AA25 – AB25 – AC25 – AD25 – AA24 – AB24 – AC24 – AD24) che, ai sensi dell’art. 4 del D.I. 634 del 2 ottobre 2018:
b1) abbiano superato almeno due esami di lingua e/o di letteratura italiana secondo la tabella A/1 di omogeneita’ del MIUR, allegata al decreo del Presidente della Repubblica n. 19 del 14 febbraio 2016 (Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento, a norma dell’art. 64, comma 4, lettera a), del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133) ovvero;
b2) abbiano conseguito 12 crediti nel settore scientifico disciplinare L FIL LET 10 – Letteratura italiana» (denominazione dell’esame di letteratura italiana) e 12 crediti nel settore scientifico disciplinare «L FIL LET 12 – Linguistica italiana» (denominazione dell’esame: didattica italiana o grammatica italiana o linguistica italiana o storia della lingua italiana).
4. Sia per il personale docente sia per il personale ATA, non sono ammessi alla selezione coloro che:
a. Nell’arco dell’intera carriera abbiano gia’ svolto due periodi all’estero ciascuno dei quali di sei anni scolastici consecutivi, inclusi gli anni in cui ha luogo l’effettiva assunzione in servizio, e i due periodi non siano separati da almeno sei anni scolastici di effettivo servizio nel territorio nazionale.
b. Non possano assicurare alla data di pubblicazione del bando a normativa vigente la permanenza in servizio all’estero per sei anni scolastici a decorrere dal 2019/2020. Di anno in anno, in occasione dell’individuazione dei candidati per la destinazione all’estero, saranno successivamente depennati dalle relative graduatorie coloro che non potranno assicurare la permanenza all’estero per i successivi sei anni.

Requisiti culturali e professionali del personale docente e ATA
1. I requisiti culturali richiesti al personale docente da destinare all’estero sono:
a) avere una certificazione della conoscenza della lingua straniera per la quale si partecipa non inferiore al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER), fra quelle relative alle aree linguistiche stabilite dall’art. 5, comma 5 del presente bando, rilasciata da uno degli Enti certificatori di cui al decreto del direttore generale per gli affari internazionali del MIUR del 12 luglio 2012, n. 10899 e successive modificazioni, o da un Ente certificatore riconosciuto nel Paese estero in cui e’ gia’ stato prestato servizio, in corso di validita’.
Ai sensi dell’art. 4 del decreto ministeriale n. 3889 del 7 Marzo 2012 «e’ valutato corrispondente con il livello C1 del QCER il possesso di laurea magistrale nella relativa lingua straniera».
b) aver partecipato ad almeno un’attivita’ formativa della durata non inferiore a 25 ore, organizzata da soggetti accreditati dal MIUR ai sensi della direttiva 170 del 21 marzo 2016, su tematiche afferenti all’intercultura o all’internazionalizzazione.
2. I requisiti professionali richiesti al personale docente da inviare all’estero sono:
a) essere assunto con contratto a tempo indeterminato ed aver prestato, dopo il periodo di prova, almeno 3 anni di effettivo servizio in Italia nel ruolo di appartenenza: classe di concorso/posto (infanzia-primaria)/profilo;
b) non essere stato restituito ai ruoli metropolitani durante un precedente periodo all’estero per incompatibilita’ di permanenza nella sede per ragioni imputabili all’interessato/a;
c) non essere incorso in provvedimenti disciplinari superiori alla censura e non aver ottenuto la riabilitazione.
3. I docenti assegnati alle attivita’ di sostegno, oltre ai requisiti di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo, devono possedere la relativa specializzazione.
4. Le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 del presente articolo si applicano anche al personale in servizio presso le scuole europee, in quanto compatibili con le specifiche disposizioni relative a tali scuole.
5. In aggiunta ai requisiti culturali e professionali di cui all’art. 3 del D.I. 634 del 2 ottobre 2018, per il personale da destinare alle iniziative di cui all’art. 10 del decreto legislativo, si rimanda all’art. 3 comma 2 del presente bando.
6. In aggiunta ai requisiti culturali e professionali di cui all’art. 3 del D.I. 634 del 2 ottobre 2018, per il personale di cui all’art. 12 commi 1 e 2 del decreto legislativo da destinare all’estero come lettore, si rimanda all’art. 3 comma 3 del presente bando.
7. Il personale amministrativo della scuola da destinare all’estero deve avere una certificazione della conoscenza della lingua straniera per la quale si partecipa non inferiore al livello B2 del Quadro Comune Europeo di Riferimento (QCER), fra quelle relative alle aree linguistiche stabilite dall’art. 5, comma 5 del presente bando, rilasciata da uno degli Enti certificatori di cui al decreto del direttore generale per gli affari internazionali del MIUR del 12 luglio 2012, n. 10899 e successive modificazioni, o da un Ente certificatore riconosciuto nel Paese estero in cui e’ gia’ stato prestato servizio, in corso di validita’.
Ai sensi dell’art. 4 del decreto ministeriale n. 3889 del 7 marzo 2012 «e’ valutato corrispondente con il livello C1 del QCER il possesso di laurea magistrale nella relativa lingua straniera».
8. I requisiti professionali richiesti al personale amministrativo della scuola da inviare all’estero sono:
a) essere assunto con contratto a tempo indeterminato ed aver prestato, dopo il periodo di prova, almeno 3 anni di effettivo servizio in Italia nel ruolo di appartenenza;
b) non essere stato restituito ai ruoli metropolitani durante un precedente periodo all’estero per incompatibilita’ di permanenza nella sede per ragioni imputabili all’interessato/a;
c) non essere incorso in provvedimenti disciplinari superiori alla censura e non aver ottenuto la riabilitazione.

Domanda di partecipazione: termine e modalita’ di presentazione
1. Il candidato deve produrre apposita istanza esclusivamente per via telematica, attraverso il sistema POLIS «Istanze on line» a partire dalle ore 9,00 del giorno 12 gennaio 2019 e fino alle ore 23,59 del giorno 28 gennaio 2019. La data di presentazione della domanda di partecipazione al concorso e’ certificata dal sistema informatico che, allo scadere del termine utile per la presentazione, non consentira’ piu’ l’accesso. Il sistema informatico rilascia il numero identificativo e la ricevuta di avvenuta iscrizione alla procedura selettiva.

BANDO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here